Chakra, Tecnologia Energetica

Aggiornato il: lug 8

La Biotecnologia Energetica è conosciuta da tutte le culture mediche antiche di ogni parte del mondo. Essa ci parla di un Uomo Olistico ossia visto a 360 gradi e di cui ogni punto manifesta una sfumatura fisica, energetica, mentale, emotiva e spirituale. Questo linguaggio vecchio di più di cinque millenni è stato codificato in maniera molto precisa dalla fisiologia sottile indiana con i famosi punti-chakra e da quella medica cinese con le Nadi- Meridiani, i 72 000 canali usati ancor oggi per moxibustione ed agopuntura. La bellezza di questa scienza ci rende consapevoli di vivere più di una dimensione fisica, unisce la psicologia a moltissimi disturbi somatici ed ha donato un significato più pieno a molte delle malattie del nostro secolo. Iniziamo con l’introdurre i Chakra. Numericamente continuano ad essere un mito in perenne trasformazione: nella cultura dell’Hatha Yoga, una delle più antiche, i Chakra principali sono sette, nella visione Tibetana sono cinque, nel Kundalini Yoga e nelle moderne tradizioni energetiche sono circa dodici. Perché si parla di “Chakra Principali” ? Perché sono connessi alle ghiandole più grandi del nostro sistema e rappresentano punti di intersezione dei meridiani collegati ad organi importanti. Ma ovviamente non sono gli unici. I Chakra altro non sarebbero che i punti di intersezione del reticolo fisico\elettromagnetico nel quale siamo avvolti. In Sanscrito Chakra è tradotto come Ruota. Possiamo paragonarlo all’ingranaggio dei vecchi orologi nei quali ogni ruota dentata ne fa muovere un’altra, facendoci già intuire che se una di queste rallenta o si ferma tutto il resto è in via di arresto creando una disarmonia in tutto il sistema. Ruota anche perché ci dà il senso di movimento, di mettere in moto, di azione, di energia che trasporta (e qui vediamo la stretta correlazione con l’etimologia di Emozione- Ex Movere). Chakra quindi è considerato anche come un trasformatore d'energia, il che significherebbe trasformare una forma di energia in un'altra forma di energia, nonchè il meccanismo complesso che traduce gli impulsi elettrici e chimici in ciò che chiamiamo Emozioni e viceversa. In questo articolo ne accenniamo i più comuni secondo la tradizione moderna del maestro Choa Kok Sui con riferimenti alla fisiologia sottile indiana del Kundalini Yoga. Nei prossimi articoli ne approfondiremo i vari aspetti di ognuno. - Chakra della Corona o Sahasrara Chakra, uno dei principali punti di distribuzione Pranica all’interno del Corpo. Esso connetterebbe il corpo fisico agli altri Corpi Sottili (se vuoi saperne di più clicca qui https://www.arcadiayogacenter.com/post/kosha-yoga ) e soprattutto al Corpo Mentale, al Linguaggio dell’Universo, all’Intuizione più pura ed alla Mente Universale nonché il nostro obiettivo supremo. Esso è tradotto e conosciuto con ManonMani , Mente Gioiello o Perla Blu poiché ci si riferisce alla Ghiandola Pienale. E’ il Chakra connesso all’autorealizzazione ed alla Volontà di Servire. - Chakra della Fronte o Terzo Occhio, ancora collegato alla Ghiandola Pineale e tutto il sistema nervoso. E’ tradotto con “Saggezza” ed è il gateway per i mondi spirituali o realtà superiori. Unisce la Mente Individuale a quella Buddhica di cui parleremo nei prossimi articoli. - Ajna Chakra, Ghiandola Pituitaria che regola gli impulsi e le stimolazioni ricevute dall’ippocampo tra esterno ed interno e le traduce in cascate ormonali. Da essa dipende ogni cosa, dalle più fisiologiche a quelle connesse alle risposte emotive più complesse. In questa risiede il IQ (o Intelligenza Razionale) e IE (l’Intelligenza Emotiva) avendo perciò la funzionalità di comprendere e tradurre. - Chakra della Gola o Vishuddhi Chakra, Controlla ed energizza la gola, le ghiandole della tiroide, ghiandole paratiroidi e del sistema linfatico. Il chakra è situato nel centro della gola. Risulta uno dei più disfunzionali poiché intimamente specchio del Chakra Sessuale e quindi della capacità più sopraffine di creare ed essere creativi, espressione di sé e del proprio mondo interiore. - Chakra del Cuore o Anahata Chakra, tradotto con “ciò che non può essere udito, compreso”. Ci riferiamo qui al significato più profondo di Amore (Individuale ed Universale) per il quale tutto è possibile. Parte anteriore del Chakra del cuore o Anahata Chakra si trova al centro del petto e controlla la ghiandola del timo e il sistema circolatorio. Sul retro stimola i polmoni e in una certa misura, il cuore e la ghiandola del timo. E’ la corrispondenza più bassa del Chakra della Corona. - Plesso Solare o Manipura Chakra, il centro di Personalità dell’individuo. E’ connesso al Diaframma, al Fegato, allo stomaco ed al Pancreas ed è quindi il maggior responsabile del raffreddamento o dell’infiammazione del corpo. (Principale Causa di Malattia) - Chakra della Milza o Prana Chakra, il nome è autoesplicativo. Esso si occupa della pulizia del sangue e della distribuzione pranica di tutto il corpo. - Chakra della Base o Mooladhara Chakra, Il Chakra della base o Mooladhara Chakra è anche conosciuto come il Chakra della radice è come la radice di un albero. Se la radice è forte, l'albero sarà anche forti e sani. Così, Se il Mooladhara Chakra di una persona è altamente attivato, la persona sarà sano e robusto. Il Mooladhara Chakra è situato alla base della colonna vertebrale e controlli e si eccita il corpo intero fisico. Il sistema muscolare, il sistema scheletrico, la colonna vertebrale, la qualità del sangue, le ghiandole surrenali e degli organi interni sono tutti rinforzati e controllati dal Mooladhara Chakra. - Meng Mein, la Stazione di Pompaggio del nostro Corpo. Stimola il fluire del Prana nella Spina Dorsale. Questo chakra controlla la pressione sanguigna e stimola i reni e le ghiandole dell'adrenalina. Il chakra Meng Mein è ½ oppure 1/3 la dimensione degli altri chakra principali e stimola il sistema urinario. - Chakra dell’Ombelico connesso prevalentemente alla stimolazione dell’intestino. - Sex Chakra o Swadhishtana Chakra, si trova sulla zona pubica. Gli organi sessuali e la vescica sono tutti controllati ed eccitati dal Chakra del Swadhishtana. Questo chakra è fortemente influenzato da Ajna Chakra, Vishuddhi Chakra e il Mooladhara Chakra. Ricordiamo i lettori che queste sono tradizioni millenarie e non verità assolute bensì in perenne trasformazione e scoperta. Le culture mediche esotiche ne hanno fatto un pilastro sul quale ricercare la salute e l’eterna giovinezza che però rimane un segreto della Natura e di ognuno di noi. Se avete invece considerazioni in merito o da aggiungere qualcosa scrivetemi nei commenti, sarò lieta di leggervi. [Continua nei prossimi Articoli >>]


25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti